giovedì 28 marzo 2013

Intervista con Laura Zuccarello.

Buongiorno a tutte/i,  come accennato qualche giorno fa, ho intenzione di aprire una nuova rubrica che sarà pubblicata ogni due settimane e più precisamente il mercoledì . Si tratta di interviste a donne che stimo e creatrici serie e professionali. Lo scopo di questa rubrica è quello di far conoscere donne capaci e di carattere e, di promuovere la creatività in modo serio e valido.

LAURA ZUCCARELLO




Intervista fatta da Nikicijevic Natasha.

Biografia:

Varesina di nascita, Laura Zuccarello è figlia d'arte con la mamma pittrice ed 
il papà artigiano. Dopo il diploma di Stilista di Moda, ha lavorato per diversi 
anni in uno studio milanese che si occupava di consulenze stilistiche per le 
grandi firme della moda. Grazie a questa esperienza, ha potuto conoscere il 
dietro le quinte di questo settore. E' stata anche assistente costumista per il 
cinema ed il teatro. 
Da sempre interessata alle civiltà arcaiche, nel 1997 è stata nelle riserve 
Navajo e Hopi per effettuare una ricerca sugli Indiani d'America, ricerca che 
prosegue tutt'ora tramite la lettura di libri e approfondimenti. 
I suoi interessi spaziano in diversi campi: dalla pittura alla scultura (in 
particolare la ceramica raku), fino alla fotografia e al graphic design. Da 
alcuni anni si occupa anche di restauro e decorazione. 
E' mamma di due bambini, Tommaso e Filippo, di 12 e 9 anni.
Da circa 3 anni scrive i suoi due blog Decoranticart (Arte e Antiquariato) e 
Ali di polvere (Fotografia e Home decor).


- Buongiorno Laura. Dopo un percorso come consulente stilistica per grandi 
firme della moda, assistente costumista per cinema e teatro, pittrice e 
restauratrice di mobili, quale tra questi interessi ti appassiona e rispecchia 
di più?

Ciao Natasha, è un vero piacere essere ospite nel tuo blog e grazie per 
questa opportunità.
Ho sempre avuto la passione per la pittura, fin da piccola, grazie alla mamma 
pittrice. Non ricordo un periodo della mia vita in cui non abbia disegnato o 
dipinto. Proprio per questo ho deciso di frequentare la scuola di Moda: ho 
lavorato in uno studio di consulenze stilistiche circa venti anni fa, dopo il 
diploma di Stilista. A quel tempo era la mia passione: scegliere i campioni di 
stoffa, disegnare modelli, per non parlare del dietro le quinte delle sfilate: 
davvero un mondo magico. Poi, però, i miei interessi sono cambiati, forse 
perchè sono cresciuta. Sono diventata mamma di Tommaso e Filippo, la mia fonte 
di ispirazione, ed ho iniziato a coltivare l'interesse per l'home decor, con il 
recupero di mobili usati. Non solo shabby chic, ma ogni stile mi suggerisca la 
fantasia. Avere un padre artigiano aiuta molto. Attualmente i miei interessi 
principali sono il restauro e la decorazione, ma non abbandono l'arte che amo 
infinitamente.

- Sappiamo che hai effettuato delle ricerche sugli Indiani d' America e che 
sei stata nelle riserve Navajo e Hopi. Cosa ti ha spinto a fare queste ricerche 
e qual'è la conclusione che ne hai tratto?

 Io penso che le passioni nascano da bambini. Come per l'arte, anche quella 
per gli Indiani è nata quando ero piccola, grazie ad una biografia su 
Pocahontas regalatami al mio sesto compleanno. Da grande ho avuto la fortuna di 
visitare il sud ovest degli Stati Uniti. Consiglio a tutti, se avete 
l'occasione, di fare un viaggio così: una delle più grandi emozioni della mia 
vita è stata stringere la mano ad un Nativo americano, parlare con lui, 
ascoltare la sua storia. Ho visitato Santa Fe ed il Museo di Arte dei Nativi, 
ma la Monument Valley al tramonto è qualcosa di indescrivibile. Il mio mondo 
indiano è sempre nel mio cuore, anche se ne parlo raramente, quindi grazie 
Natasha per avermene dato l'occasione. Ho imparato molto da questo viaggio e 
dagli Indiani: ho imparato l'umiltà e l'amore ed il rispetto per ogni forma di 
vita, anche la più piccola.

- Sei una donna dai mille interessi e molto professionale, ma qual'è la cosa 
che più ti rende felice artisticamente parlando?

 Cosa mi rende felice artisticamente........ credo fatto di potermi 
esprimere liberamente, senza costrizioni. Mi rende felice trovarmi davanti ad 
una tela, o ad un mobile da rimettere a nuovo...non importa quale sia il 
supporto, a volte anche una pagina bianca....ed avere la possibilità di 
trasformarlo con qualcosa che viene da dentro di me.

- Secondo te la felicità si può raggiungere attraverso le proprie passioni?

 Assolutamente sì, proprio per i motivi che dicevo prima. E se non è la 
felicità vera e propria, sicuramente sono serenità ed equilibrio interiore.

- Sei un amante degli animali e ami molto le farfalle. Se potessi essere una 
farfalla, di quali colori sarebbero le tue ali?

Nella vita di tutti i giorni sono molto timida, anche se, forse, non 
sembra. Esiste una farfalla che si chiama Greta Oto, viene chiamata anche 
"Farfalla con le ali di vetro" perchè le sue ali sono trasparenti e le danno la 
possibilità di mimentizzarsi con l'ambiente circostante. Ecco, penso di essere 
un pò come lei: non sono un tipo da colori sgargianti perchè non amo attirare 
l'attenzione, lo faccio solo per lavoro, ma per quanto riguarda la sfera 
personale sono molto riservata. Su internet è facile trovare immagini molto 
belle di questa farfalla.

- Una farfalla vola libera. Cos'è per te la libertà?

 E' la possibilità di svegliarmi al mattino e poter creare ciò che ho 
pensato e sognato, ma anche la possibilità di condividerlo con gli altri. Per 
me il rapporto con gli altri è fondamentale.

- Come ti immagini tra dieci anni?

 Ho sempre detto che tra dieci anni non mi vedo dove vivo ora, cioè a 
Varese. Tra dieci anni i miei bambini saranno uomini, in questo periodo di 
tempo devo aiutarli a trovare la loro strada nel mondo, ma tra dieci anni 
vorrei tornare in un luogo che pochi conoscono: si chiama Taos, vicino Santa 
Fe. Molti artisti americani vivono lì....ed anche una parte di me ;)

 - C'è qualcosa che vorresti dire alle altre donne? 

Vorrei dire alle altre donne di credere fortemente in loro stesse. Non pensate 
mai "io non sono capace", non delegate, ma contate su voi stesse. Noi donne 
abbiamo un grande potenziale, in ogni campo. Faccio un esempio: quando ho 
iniziato a conoscere questo mondo dei blog non ne sapevo nulla di grafica, di 
layout, di contenuti. Non mi sono appoggiata ad altri e sai perchè? Perchè non 
avevo nessuno su cui farlo. Questo mi è stato da stimolo per imparare da sola, 
sbagliare e ritentare. Adesso ho due blog che mi danno molta soddisfazione 
grazie ai quali ho conosciuto tante amiche. Questo non vale solo per i blog, 
naturalmente, ma per ogni aspetto della vita.

La pagina Facebook di Laura: Ali-di-Polvere-by-Decorantic
Ringrazio Laura, per avermi dedicato il suo tempo e per averci mostrato un po' del suo mondo meraviglioso.


A presto. Niki

lunedì 25 marzo 2013

My Style

Care amiche, inizia un'altra settimana. Oggi piove e c'è la nebbia, ma il nostro mondo creativo, così ricco di colori e calore ci rallegrerà la giornata.
Oggi vi presento la mia terza collezione.


Qui ho inserito in una cornice delicata la mia collana in Corniola e filo di rame argentato, disegnata da me e interamente lavorata a mano. La collana si sposa bene sia con abiti scuri autunnali o invernali, che con abiti primaverili o estivi, dai colori delicati.



Qui sopra invece potete vedere il mio collarino in puro cotone color nero, con fiore centrale in rame argentato e goccia in pietra Onice. Ho abbinato al collarino degli abiti scuri, ma naturalmente essendo il nero un colore versatile, può essere combinato anche a molti altri colori e stili di abbigliamento.

Non mancate di seguirmi anche nei prossimi giorni, per scoprire cosa ho in serbo per tutte voi.

A presto. Niki

venerdì 22 marzo 2013

Cuore d' Ambra

Buongiorno amiche mie. Oggi vi presento la mia ultima creazione: Un bracciale.


Questo bracciale segue la scia della mia precedente creazione. Come la collana, anche il bracciale l'ho creato   ad uncinetto in pura viscosa lamée.



Come chiusura ho messo un moschettone medio, in argento 925, ho creato degli anelli in rame argentato e come finale, ho inserito un cuoricino in Ambra.




Il bracciale è molto leggero ed essendo in viscosa, risulta adatto per tutte le stagioni, soprattutto quella  estiva.


Voglio dirvi che da settimana prossima inizierò un nuovo appuntamento, che sarà bisettimanale. Seguitemi, per scoprire di cosa si tratta. :)


A presto. Niki


lunedì 18 marzo 2013

My Style - Primavera in arrivo.

Care amiche, come vi avevo promesso, eccomi con la seconda puntata con la presentazione di altre mie due creazioni, con le eventuali combinazioni di look.


Qui sopra vedete, gli orecchini in rame martellato e pasta polimerica che ho ideato e creato.



Qui sopra invece, vedete la mia collana che ho creato ad uncinetto, con chiave e serratura in ottone, pietre in Agata e nastro in raso.


A presto. Niki

giovedì 14 marzo 2013

Un sogno per la vita.

Care amiche, partecipo al Contest di : http://www.withandwithin.com/it/contest/i-have-a-dream  e avrei bisogno di un vostro " Love" . :) Grazie.


E la prima volta che partecipo ad un Contest. La cosa che mi ha attratto di più è proprio il suo nome: I Have a Dream.
Sono un'inguaribile sognatrice nonostante l'età e le mazzate, forse sono una folle che non smette mai di sperare che i suoi sogni prima o poi si realizzeranno, oppure semplicemente, perché la speranza mi fa andare avanti anche nei momenti più duri.
Ho cominciato a sognare sul mio futuro, come molte di voi, da bambina e il mio sogno non era così complesso o pretenzioso. Sognavo di avere una mia famigliola amorevole e una casetta. Ecco questa parte del sogno l'ho realizzata. Ma il mio sogno non finisce qui. Non mi sono mai considerata la classica casalinga, mamma, moglie e basta. No. Volevo lavorare ed essere indipendente, attiva nel sociale e magari fare un lavoro che mi sarebbe piaciuto senza allontanarmi troppo dalla mia famiglia. Ecco, forse questa parte del sogno è un pochino ambiziosa, lo so. Ma è il mio sogno. Purtroppo ho solo fatto il liceo linguistico, di conseguenza non ho una qualifica netta, ma penso che la competenza e le capacità, la tenacia e la costanza, possano essere più importanti di un foglio di carta. Quindi mi sono impegnata a studiare e approfondire le lingue che sapevo, così ora faccio traduzioni giuridiche e non solo. Vi dico questo, non per vanto, ma per dimostrare che se una cosa la si desidera, lottando e impegnandosi ce la si può fare. E questo mi fa sperare molto per la seconda parte del mio sogno: realizzarmi lavorativamente. Il mio sogno riguardo al lavoro sarebbe quello di poter avere un mio piccolo laboratorio artigianale con annesso il negozio dove poter vendere le mie creazioni. Nell'arco degli anni ho imparato tantissime cose nuove, scoperto nuove tecniche riscoperto vecchi amori lasciati da parte per lungo tempo. L'entusiasmo del creare gioielli, dipingere, lavorare l'uncinetto,ecc.  mi ha aiutato nei momenti più bui e dato ancora più energia in quelli belli. So per certo, che questo mio entusiasmo e la mia curiosità non si placheranno mai.
La mia vecchiaia la sogno accanto a mio marito, in serenità. E forse se qualcuna di voi verrà a trovarmi, potrà vedere una signora anziana, che intanto che la torta che ha preparato cuoce nel forno, martella il rame per un' altro paio di orecchini oppure dipinge su porcellana. ;)

A presto. Niki

lunedì 11 marzo 2013

My Style - Collezioni 2013, by Niki

Care amiche, inizio la nuova settimana con la creazione di una nuova pagina del mio blog : Collezioni by Niki.
Questa sarà una pagina, dove con diversi collages cercherò di creare il look migliore da abbinare alle mie creazioni. Spero che l'idea vi piaccia.
Sarà un appuntamento settimanale, con le mie creazioni più recenti.


Qui sopra potete ammirare un'ipotetica combinazione con la mia ultima creazione : La collana Catena,, in viscosa lamée lavorata ad uncinetto.

- Un Black Sleeveless Skater.
- Delle  Christian Louboutin  Batignolles.
- Una Lulu Guinness.
- Un trucco elegante e discreto

Il tutto secondo me dovrebbe essere elegante, ma senza risultare troppo austero.

Qui sopra trovate una creazione che molte di voi conoscono già: Gli orecchini Piuma,, in pelle e rame.

- Un kaftan azzurro molto leggero.
- Dei pantaloni in pelle ( Joveeba).
- Sandali in pelle ( Bottega Veneta).
- Borsone ( Marc Jacobs).
- Occhiali ( Ray-Ban).
- Cappello in stile Cowboy ( Lucky Brand).

Spero che questa mia presentazione via sia piaciuta. Io mi sono divertita molto a crearla. :)

A presto. Niki

giovedì 7 marzo 2013

Fiori tra le catene - 8 Marzo

Care amiche mie, buona sera. Stasera voglio dedicare la mia creazione a tutte le donne che lottano quotidianamente per la propria indipendenza, per il rispetto, per la propria istruzione, il diritto al lavoro, a poter dire di no, per poter essere libere di decidere di non avere figli oppure di averne, di sposarsi o di convivere, di divorziare senza la paura di essere per questo perseguitate o addirittura ammazzate, di denunciare gli abusi o i maltrattamenti e sapere per certo che c'è chi le proteggerà. Dedico la mia creazione, a tutte le donne che amano le altre donne, non le temono, non perdono tempo a provare invidia,  ma si uniscono in una forza sola, per un futuro migliore per tutte! E che sia l' 8 di Marzo tutti i giorni, per tutte!




Questa collana l'ho creata lavorando a crochet, con punto basso, la viscosa lamée color granito. L'aspetto è semplice, ma il lavoro, credetemi, è certosino e abbastanza lungo. Ho inserito un fiore in acciaio e poi fatto dei pistilli con il filo in acciaio ricoperto da naylon e fissato delle perle sintetiche color argento con dei schiaccini.
La collana è leggerissima e adatta per tutte le stagioni. Il colore abbastanza neutro, si abbina con quasi tutti i stili di abbigliamento.

Per ora è tutto. Spero che la collana vi piaccia. Presto altre novità.

A presto. Niki

lunedì 4 marzo 2013

Quarantenni on the road.

Quarant'anni senza avere tempo da perdere. La donna di oggi è determinata e organizzata. Un abbigliamento che,  per una madre e,  spesso, anche donna che lavora, deve essere soprattutto due cose: comodo ed elegante. Niente fronzoli, ma buon gusto ed un occhio sempre attento alla moda, combinato alla praticità dovuto ad una vita famigliare e lavorativa frenetica. In tempo di crisi, la donna di quarant'anni ha imparato come combinare la qualità e l'eleganza senza pesare sul budget famigliare, creando sempre un proprio stile.
Non ci si perde più in note nostalgiche sul proprio passato, ma si guarda avanti con razionalità, non perdendo il senso di leggiadria e romanticismo, che sono in ognuna di noi.
A volte un bel paio di scarpe, con un tacco alto, ci fanno riflettere, ma optiamo su ciò che ci fa stare meglio al momento senza dover poi subirci pediluvi serali. Arrivano poi momenti, dove consapevoli di ciò che siamo diventate, sfoderiamo tutto il nostro fascino e l'abbigliamento si trasforma. Naturalmente in quei momenti  una cosa  è innata e non varia negli anni:  il buon gusto.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Pin It button on image hover