giovedì 26 giugno 2014

Al mio primo grande amore: mio figlio Stefan

Mi è difficile scrivere, perchè lui è seduto accanto a me e vorrei lasciar uscire le lacrime che sambrano strozzarmi la gola. Ma non devo, non posso piangere. Mio figlio Stefan ha vinto una borsa di studio/lavoro in Galles di 5 settimane.Partirà questa domenica.
Questa sarà la prima volta che mi separerò da lui. Non me ne importa assolutamente di passare per una madre apprensiva e piagnona, altrimenti non sarei qua scrivere. Sono u a madre, a quanto dicono i miei tre figli, fantastica, rompiballe quanto basta per fargli sentire protetti, che sa ascoltare, capire, sostenere e che non li ha mai bloccati ma anzi, spronati ad essere se stessi e autonomi. Quindi mi sento libera di poterli adorare a tal punto da poter piangere di gioia e dolore contemporameamente. Sono fiera e orgogliosa di Stefan e molte di voi amiche mie l'avete conosciuto e sapete perchè.
Sono felicissima che se ne vada via da questo schifo di situazione in cui viviamo, che si faccia una nuova esperienza che potrà portargli cose positive per il suo futuro. Ma dall'altra parte, sono un po' preoccupata anche perchè sarà lontano. Penso che sia umano...
Mi sembra ieri che lo tenevo per mano...ora lui mi prende in braccio come un fruscello... Vorrei poter avere una memoria migliore epoter ricordare ogni singola cosa di lui e me. Ne abbiamo passate tante io e lui...cose brutte e cose belle, ma sempre insieme, uniti.
Gli ho insegnato tutto quello che sapevo, ho cercato di spronare le sue doti e la sua intelligenza fantastica in tutti e modi e penso di non aver fatto un  brutto lavoro. Mi hanno vriticata in molti, mia madre, mio padre, anche mio marito, perchè prendevo ogni pic ola cosa di Stefan troppo a cuore..ma io sono fatta così.
Negli anni ho imparato a non guardare troppo lontano e prevedere ciò che il futuro poteva preservarci, ma non posso non pensare che a settembre i inizia il suo anno di superiori e dopo? Dopo, so che spiccherà il volo come è giusto che sia. Forse per hè sono un' inguaribile ottimista, penso che questo suo primo distacco ci prepari un po' a quello che verrà dopo...alla vita.
Quello che è certo è, che tutti i suoi teneri abbracci di queste settimane me li terrò stretti al cuore e che ovunque andrà nella sua vita, io ci sarò...a costo di raggiungerlo a piedi se dovesse aver bisogno...e lui sa che lo farei!

P.S.: Naturalmente mio marito è il mio primo amore e io lo adoro e lui lo sa bene...ma sapete com' è, i figli sono l'amore certo ed eterno.
A due anni
A presto. Niki

44 commenti:

  1. Mi hai commossa. Sono sicura che sei per tuo figlio una Base Sicura e, dopo aver esplorato il mondo ed essere volato anche in posti lontani, sarà lì che tornerà sempre.
    È veramente un piacere conoscerti.
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei molto cara e ti ringrazio. Lo spero tanto che i miei figli crescendo ogni tanto si ricordino della loro mamma. E un piacere averti tra le mie amiche. Un abbraccio.

      Elimina
  2. Ciao Niki scusa l'ora ma come sà chi mi conosce queste ore sono le uniche a cui posso rispondere..Ho fatto un giro veloce al tuo blog è quello che mi ha sorpreso sono le tue tele, come sai amo tutto quello che è fatto a mo di pennello, è confessandoti trovo le tue linee perfette quasi fossero originali..i miei complimenti! Riguardo i sentimenti e figli posso solo dirti che questo passaggio è quasi un bene per tuo figlio sopratutto è a te..tornerà cambiato sotto alcuni aspetti e noterai in lui quell'uomo che sarà domani..parola di mamma! Piacere di conoscerti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Piera! :-D Ma noi ci conosciamo già un po' su fb. Anch'io mi addormento tardi ultimamente...ma proprio perchè non riesco a dormire a causa di mille cose che mi si accavallano in testa. Riguardo a Stefan sono d'accordo con te. Spero solo che il cambiamento sia positivo e di maturazione...perchè per ora lo vedo ancora un bambinone.. E un piacere averti come amica anche nella blogosfera. Un bacione.

      Elimina
  3. Sei una Donna Stupenda ed una Madre Fantastica e questo mix ha cresciuto 3 figli Meravigliosi!!!
    Un grandissimo abbraccio a Stefan per la sua avventura che ricorderà per tutta la sua vita e di quell'esperienza ne farà Tesoro!!
    Un bacio Tesorino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dolce amica mia. Lo spero tanto per lui. Un bacio grande.

      Elimina
  4. Anche io mi sono commossa...lo scorso ottobre il mio primogenito ha iniziato l'università in una città lontana, all'inizio rientrava ogni fine-settimana poi solo 2 volte al mese...non sai quanto ho pianto "di nascosto" per questa "perdita"...ho vissuto da manuale la sindrome da nido vuoto!! Io che ho sempre spronato i miei figli a fare più esperienze possibili a pensare ad un futuro all'estero perché qui non c'è spazio per i giovani...mai avrei pensato di soffrire così tanto!Perciò ti capisco, ma sono fasi della vita e imparerai a convivere con questa nuova condizione di "mamma a distanza". Coraggio, ciao Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Silvia, immagino quanto sia stata dura. Siamo madri ragionevoli, razionali...ma pur sempre madri. Certo, si impara a convivere con molte cose e spero anche il distacco dei figli, com'è giusto che sia. L'importante è che seguano una giusta via e stiano bene. Un abbraccio.

      Elimina
  5. Leggendo le tue parole, mi è venuto un groppo in gola. Anche io ho tre bambini e una situazione un po' complicata, ma pavento il giorno in cui spiccheranno il volo. E' giusto che sia così, e non sarò di certo io a tarpare loro le ali, ma mi commuoverò come ti sei commossa tu. Per me è presto, perché sono ancora cucciolotti, ma sta pur certa che quel giorno penserò a te e a queste tue bellissime parole.
    Un abbraccio,
    Anastasia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anastasia, posso solo dirti di goderteli appieno finchè puoi, come ho fatto io. In teoria lo sapevamo dall'inizio che si sarebbero staccati da noi, ma non si pensa mai (giustamente, secondo me) al quando e quanto questo ci farà star male. Ma comunque sia, l'importante è che stiano bene e abbiano carattere in questo mondo incasinato.
      Un bacione.

      Elimina
  6. Come darti torto? parlo da madre di un diciottenne fresco fresco. Oggi pomeriggio lo lascerò alla sua prima lezione di scuola guida, e mi rendo conto di quanto sia cambiato.
    Sembra ieri che gli cambiavo i pannolini...
    E già gli sento dire che vorrebbe andare in Inghilterra per fare qualcosa.
    Il cuore mi diventa piccino piccino, ma so che non devo ostacolarlo. Spero sempre che riesca ad inserirsi qui nella nostra città. Intanto a settembre iniziamo questo ultimo anno di ragioneria...poi si vedrà.
    Un abbraccio da mamma a mamma. Barbara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Barbara, anche il mio a settembre inizia l'ultimo anno di ragioneria! Sono felice che ti è venuta in mente questa bellissima iniziativa...ci fa sentire molto più vicine sia creativamente che umanamente. E fantastico! Un grande abbraccio.

      Elimina
  7. Sono soddisfazioni, hai un tesoro di figlio e fa solo bene ad andare a fare esperianza latrove. Bravissimo!!!
    Le lacrime di mamma son sempre giuste se poi son per una cosa del genere, son solo da capire, anche se io non sono mamma ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Marzia. Anche la mia adorata sorella non è mamma eppure riesce come te a capire i sentimenti di una madre e questo perche siamo donne con cuore e anima ognuna con le proprie scelte volute o forzate e io adoro questo. Detesto i cliché prestabiliti...non me ne frega nulla. Amo le persone vere e intelligenti. U grande bacio.

      Elimina
  8. Ecco,ti fermi un attimo e ti accorgi quanto sono cresciuti e ti dici ma come mai così presto!! Mi sembra ieri che........anche sposati saranno sempre i nostri bambini !!
    La cosa che più mi dispiace è che debbano andare via dall'Italia per un futuro migliore!!
    Ti conosco solo da ora ma in questo tuo post ho già capito che sei una donna fantastica!! Complimenti a te !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei un tesoro e ti ringrazio. Chi mi conosce sa che sono riservata e nello stesso tempo trasparente...insomma faccio del mio meglio. Per quel che riguarda i figli sono pienamente d'accordo con te. Saranno sempre i nostri bambini...lo vedo da mia madre come si comporta con me e mia sorella...ancora in ansia e protettiva. Io ti mando un gran bacio e voli al tuo blog. Sono felice di averti incontrata. <3

      Elimina
  9. Piacere di conoscerti ora ti seguo anch'io...baciiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere mio cara Nika. Ora vengo a trovarti subito. Un bacione.

      Elimina
  10. Non ho figli, ma lo sono stata e so bene quanto il legame può essere forte e unico...
    Un bacio, Lò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certi legami così profondi sono universali ed eterni. Un bacio.

      Elimina
  11. penso che hai descritto benissimo cosa prova il cuore di una mamma, sia che il figlio vada via da casa, esca le prime volte da solo, o faccio i suoi "primi passi" in una qualsiasi situazione diversa da quella che è stata fino ad adesso. Io devo ancora arrivare così avanti, sono ancora alle prese con conquiste più contenute, tipo "vado da solo in bici dall'altra parte del rione...." ma anche queste piccole avventure/conquiste, fanno battere forte il cuore di una mamma.
    Un abbraccio (e ringrazio Barbara che mi ha permesso di trovare te e tanti altri blog di cui ignoravo l'esistenza)
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uguale!!! Lo stesso che ho provato anch'io. La prima uscita da soli, andare a scuola da soli perchè li faceva sentire più in gamba...insomma, siamo sempre un po' in ansia per ogni passo che fanno senza di noi, ma solo perchè abbiamo paura che possano soffrire.
      Anch'io sono tanto felice dell'iniziativa di Barbara. Mi ha permesso di conoscere donne come te e altre, che ci fanno capire che oltre alla creatività abbiamo molte cose ci uniscono fanno sentire meno sole. Un grande abbraccio.

      Elimina
  12. scopro oggi il tuo blog e inizio da questo post.

    auguri a tuo figlio per la sua nuova avventura di vita!
    mi piace come hai espresso le gioie e le apprensioni di madre :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria Elena. Speriamo bene. Un abbraccio.

      Elimina
  13. capisco pienamente ciò che dici e comprendo appieno ogni tua parola...e scopro una Natasha che ha preso tanto dalle mamme italiane....ma con la consapevolezza che devono crescere anche lontani da casa per poter imparare in autonomia e rendendoli responsabili....bravissima.glo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Glo! Che bello risentirti. Spero tu stia bene. Sai già che una madre nata in Serbia, vissuta 20 anni e passa in Svizzera e ora 15 anni i Italia, si porta dentro un mix di culture ed emozioni, ma penso che le mamme siano mamme da per tutto. I figli sono parte di noi finchè abbiamo vita. Nello stesso tempo dobbiamo insegnarli ad essere autonomi e con la testa sulle spalle, poi incrociamo le dita e speriamo che vada tutto bene. Un bacio.

      Elimina
  14. Quanto ti capisco... anch'io ho due figli e penso che mi sentirei come te nel caso uno di loro prendesse il volo!
    Però se provo a mettermi nei loro panni... se penso alla mia gioventù e a quanto sarebbe stato meraviglioso avere un'occasione come quella che ha tuo figlio Stefan, ecco, magari comincerei a mettermi un pochino il cuore in pace.
    E poi al giorno d'oggi con i cellulari e con Skype ci si può sentire e vedere ogni giorno!

    Un abbraccio
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura sono pienamente d'accordo con te. Mio figlio si è guadagnato con lo studio questa esperienza e ne vado orgogliosa. Anche se mi mancherà ed è la prima volta che ci separiamo, sono felicissima per lui. Io sono andata via da casa a vent'anni e non sono il tipo di madre che vuole i propri figli attaccati alla sua gonna, ma sono mamma e lo amo tanto come tutte le mamme che amano i propri cuccioli, ma quanti anni abbiano. :-)
      Un abbraccio.

      Elimina
  15. Ciao Niki, non ti conoscevo fino ad ora e sono grata all'iniziativa di Barbara per avermi dato così modo di conoscerti e scoprire i tuoi lavori che mi fanno stare veramente a bocca aperta.
    Per quanto riguarda il post qui sopra...beh che dire...sono gli stessi sentimenti che provo anch'io, ormai da qualche tempo anche i miei figli stanno prendendo piano piano il volo...mi sembra ieri che erano piccoli e che avevano bisogno della mamma per ogni cosa, dalla semplice sbucciata ad un ginocchio, ad un abbraccio consolatorio e anche se lo sapevo che prima o poi avrebbero iniziato a camminare da soli, mi sembrava che quel momento era ancora lontano per starci a pensare invece oggi, li guardo e vedo un giovane uomo e una giovane donna praticamente pronti ad affrontare la vita da soli. Mi consola il fatto che li vedo maturi, cresciuti con sani principi e sicuri e questo grazie ai nostri insegnamenti e il fatto che sebbene con il più grande ci si veda di meno però non mancano mai di darti un abbraccio e un sorriso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, la penso proprio come. Non ho altro da aggiungere perchè hai scritto ciò che sento e penso io. Un grande anbraccio.

      Elimina
  16. un post davvero delicato ed emozionante!!!!! ti comprendo benissimo, il tempo scorre veloce ora sono bambini, un attimo dopo li vedi già uomini,ma resteranno sempre i nostri cuccioli anche quando diventeranno a loro volta genitori! auguri per il tuo piccolo uomo!!!!!
    un abbraccio grande Lory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione cara Lory. Grazie per gli auguri per Stefan. Un grande abbraccio a te. <3

      Elimina
  17. Anch'io ho tre figli... comprendo e condivido le tue parole, le tue emozioni e i tuoi sentimenti!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere cara Lella. Grazie per essere passata a trovarmi. Un abbraccio. <3

      Elimina
  18. Non so se il mio commento e' sparito, avevo scritto un papiro, adesso riassumo: i miei bimbi sono ancora piccoli, ma sono certa che quando verra' il momento di lasciarli andare mi sentiro' proprio come te, orgogliosa ma impaurita al tempo stesso, un abbraccio Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Elisa, grazie per il sostegno e la comprensione amica mia. Un abbraccio.

      Elimina
  19. Ciao..
    di figlio non ne ho ma credimi che condivido anche le virgole di quello che hai scritto..
    Alla fine i sentimenti così fanno anche piangere.. insomma è sempre il tuo piccolo.
    Un abbraccio grande e da oggi ti seguo con piacere.
    Ciao Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mary, alla fine si parla sempre di affetti...quindi mi fa tanto piacere che condividi ciò che ho scritto. Ti abbraccio forte.

      Elimina
  20. Ciao. Sono mamma di due bimbi ancora piccoli...ma il sol pensiero del domani...di quando andranno via mi fa star male....mi prende un brivido che mi fa venire le lacrime agli occhi...ma avverrà e guai se fosse il contrario. Io mi auguro solo di poterli seguire semmai mi venisse permesso...chissà!
    Complimenti per il tuo blog...le tele sono un capolavoro. Da oggi tua follower...A presto Cose di Mya
    www.cosedimya.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo cara Mya, essere madri non è una cosa semplice anzi più passa il tempo e più tutto si complica, ma noi ce la mettiamo tutta finchè possiamo.
      Grazie per i complimenti. Un abbraccio

      Elimina
  21. Ho due cuccioli, ancora piccoli ma ti capisco perfettamente.. Un abbraccio, Ti seguirò spesso con piacere, Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia. Un abbraccio a te e ai tuoi cuccioli.

      Elimina
  22. Voglio farti i complimenti per come spazi nel campo creativo, ma i migliori sono quelli per come ti poni verso i tuoi figli.
    Sarà un'esperienza importante per il tuo ragazzo, anche se le separazioni sono dolorose.... sorridi e sii tanto orgogliosa.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Sara T. Un caro saluto anche a te.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Pin It button on image hover